Emozioni, Spiritualità

Il Silenzio come condizione per l’Ascolto del Cuore: “Ascoltami…ascoltati”

La citazione è di Elisa, nella canzone Luce. Una canzone meravigliosa e che amo. Immagina ora che sia la voce del tuo Cuore, a cantare: è il Cuore che ti chiede di ascoltarlo. L’Ascolto del Cuore è un dono meraviglioso.

Oggi vorrei guidarti in una meditazione, all’ascolto di te, dei tuoi tempi.
In questo modo, si può vivere anche il rispetto di sé. Cosa significa, secondo te, avere rispetto dei propri tempi?

Nella mia esperienza, significa dedicarmi del tempo di silenzio per me.

Significa spegnere il telefono, se è possibile, mettere OFF i Social, staccare insomma.

Il silenzio è Sacro.

Sopratutto, in quei momenti in cui sembra che la vita sia troppo intensa, che il turbinio intorno a noi sia diventato insostenibile, che sentiamo che in qualche modo, “tutto è troppo”.

E’ come uno strappo, ti è mai capitato? Uno strappo dentro te.

E’ quello il momento in cui diventa NECESSARIO fermarsi. Fermarsi, sì. Fermare tutto. Stop.

L’ideale sarebbe non arrivare a quel punto, ma trovare prima il tempo per noi stessi, per fermarci anche solo un momento, e ascoltarci.

Adesso, puoi farlo in questo momento, se senti: lasciati accompagnare da me nella lettura. Leggi lentamente…e prenditi tutto il tempo che ti occorre.

Ascolta.

Ascolta il tuo respiro…

Com’è?

E’ corto? Veloce?

Ascoltati.

Riesci a renderlo un pochino più lungo, e più profondo?

Rallenta…

ancora un pochino…

Benissimo…continua così.

Rallenta fin dove riesci, senza sforzarti.

Rallenta

l’inspirazione.

Rallenta….

ogni

singola

espirazione.

Ottimo. Ora…continua a respirare in questo modo.

Ora…

Ascolta il battito del tuo Cuore.

…riesci a sentirlo?

Respira…

E’ lì per te…ogni singolo battito, ogni pulsazione…è un dono.

Il dono della Vita.

Il tuo Cuore, ogni singolo istante, si spende per te. Con fedeltà, e devotamente.

Puoi mettere una mano al centro del petto, se senti.

In questo modo rafforzerai il contatto con il tuo Cuore.

Puoi ringraziarlo, se senti.

Mentalmente, o ad alta voce.

Inspira

Grazie…

Espira…

grazie.

Di nuovo: Grazie.

Grazie…

Ripeti Grazie tutte le volte che vuoi. Prenditi tutto il tempo….

Grazie…

Lui è lì, per te.

Sta aspettando soltanto di essere visto, di essere ascoltato.

…grazie…

Respira

E’ lì, al centro del petto. E accoglie tutto.

Ogni giorno, ogni istante…accoglie le tue emozioni.

Nel tuo Cuore…i dispiaceri, come le gioie.

Con infinita pazienza…

Respira profondamente

Grazie, Cuore mio, per tutto quello che fai per me.

Grazie per esserci…anche quando non mi ricordo di te.

Cuore mio, Grazie per il tuo Servizio,

grazie perché mi permetti di essere vivo/a,

perché provo delle emozioni.

Grazie, perché è anche provando delle emozioni, che sento di essere vivo/a.

Rendi il tuo respiro ancora più lungo, se possibile….ancora più profondo.

Tutto il tuo sistema adesso sta reagendo positivamente, adesso. Già il tuo corpo inizia a beneficiare del tuo cambio di frequenza.

I benefici di questo momento per te, un momento di intimità con il tuo Cuore, sono già avvenuti.

Puoi ringraziarti, adesso, per esserti permesso/a di sperimentare e di vivere questo momento di Silenzio, nell’ascolto del tuo Cuore.

Fai un altro respiro profondo…e permettiti di tornare nel Qui, ed Ora.

Adesso, come ti senti? Fammi sapere se vuoi, nei commenti in fondo all’articolo 🙂

Se hai sentito una forte emozione, o ti è venuto da piangere, va tutto bene. Hai fatto un rilascio emozionale, è normale se ti senti toccato/a, o che ti sia venuto da piangere. Vuol dire che ti sei permesso/a di andare nel profondo…in questo caso, ti faccio i miei complimenti! 🙂

Quando sentiamo queste emozioni forti, dopo una meditazione, significa che abbiamo molto dolore nel Cuore. Magari non ti capita spesso di fermarti per ascoltare il Cuore. Magari, hai ferite profonde vecchie di anni, alle quali non hai ancora permesso di venire fuori. E così, appena ci si ferma, sembra di traboccare. Ma quella il realtà è solo la punta dell’iceberg.

A me, è successo per molto tempo. Ora va meglio, perché sono anni che lavoro le dinamiche emozionali, e ogni volta si rilascia qualcosa, ogni volta, ci si permette di andare un pezzetto più in profondità.

Va bene così. Abbi pazienza con te stesso/a. Tutti abbiamo dei dolori accumulati, e il nostro Cuore, che contiene tutto, sta solo aspettando di avere una possibilità, come questa di oggi, di lasciar andare queste vecchie zavorre, e alleggerirsi.

Puoi ripetere questa meditazione tutte le volte che vuoi, riadattarla anche…aggiungi tutto quello che senti in quel momento di dire al tuo Cuore, e ringrazialo, a parole tue. Lui a sua volta te ne sarà grato, e ti ripagherà, mantenendosi forte, e sano.

Questo è solo un esempio di quello che puoi fare per l’ascolto delCuore. Ci sono molti altri modi, decisamente più profondi, tra cui le sessioni di Coaching Energetico, che svolgo individualmente. Se sei stanco/a del “lavoro su di sé” fatto di domandine, elenchi puntati e citazioni sui social, e senti di voler potenziare te stesso/a, entrando veramente nella Tana del Bianconiglio, benvenuto/a! Puoi scrivermi a cladequerquis@gmail.com per prenotare una sessione di Coaching Energetico gratuita di prova con me.

E’ importante coltivare una relazione con i nostri organi. Loro sono al nostro servizio, quotidianamente. Ci accompagnano in tutte le esperienze che viviamo, che possono essere semplici, o a volte meno.

E’ per questo che anche i nostri organi, a volte, possono essere stanchi, o affaticati. Anche solo donare loro un po’ della nostra attenzione, per pochi minuti, li rigenera, e li aiuta nel performare le loro funzioni al meglio.

Grazie di avermi permesso di accompagnarti fin qui.

Buon Ascolto del Cuore,

un abbraccio,

Claudia

Questo è il video di Luce, di Elisa. Ora, se vuoi, ascolta questa canzone, con la prospettiva che sia il tuo Cuore a parlarti…a chiederti di ascoltarlo. Buon ascolto del Cuore 💖


P.S. Due paroline sul Silenzio…è nel Silenzio che possiamo incontrare noi stessi. E nell’incontro con noi, nascono doni meravigliosi: pazienza, comprensione, intuizioni. Amore. Questi doni possono essere per noi…ma possono essere anche donati agli altri.
Il primo atto di Amore verso noi stessi, quindi, è quello di rispettare i propri tempi. E intendo con questo: dedicarci uno spazio di silenzio. Onorare la nostra Presenza.
E’ questo che ti permette, dedicandoci del tempo ogni giorno, di essere più paziente e amorevole anche verso le persone intorno a te.

P.P.S: Se senti di commentare, condividendo come ti senti ora dopo la meditazione, puoi farlo 🙂 ti ringrazio per il tuo tempo e la tua attenzione

P.P.P.S. Ho scritto anche un altro articolo sull’Ascolto della Voce del Cuore, per il blog EnergetiCoach.com, in un momento diverso della mia vita, quindi i temi e le modalità sono diversi. Ti invito a leggerlo QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *